I have got that power! – Io ho potere!

IMG_0995

Buh!

Sorry, I didn’t mean to scare you…

Yes, yes, I am a woman and I have that power: it doesn’t mean I am going to eat you in one bite!

Well, I know you could laugh at me now, thinking I am a poor little girl who wants to show an imaginary strenght, who is  nothing more than an hysterical visionary…

Yes, because you have believed in that old story of the term “Hysteria”, that would come from the Greek word for “uterus” (ϋστερα): so, automatically, your smart brain is going to make the obvious association: this woman is mad!

I am so sorry for it, it’s not your fault.

A lot of people told you, confirmed you, even proved you women are angels or demons. I am saying you believed in a fairytale: “Once upon a time… the world has been populated, and it keeps being nowadays, by very strange creatures, nearly mythological: the “good” ones are beautiful, kind and submissive (to men, to their own insecurities, to social paradigms…), the “bad” ones are aggressive, wild, disobedient, open. There is not middle way, and, my dear child, you can consider a woman showing even just one bad symptom as disgraceful and hysterical!…”

So, my dear child, I am here to tell a different story.

Women have always been here in this world, with a great, huge power, and some of them don’t know anything about it.

They live their precious life according to that fairytale, they get depressed for that fairytale, they die for that fairytale. And, right now, we need to stop it.

You and I, my friend, just be patient and read carefully.

Woman are not born to pander, to fix broken things, to become a sewer of tensions. We are not the mothers of anyone else but our own children, and we are definetly not just pure angels. If you believe otherwise, the mad it’s you.

Women’s power…

20160113_120400

… It’s not a joke, it’s not a tyranny. It’s pure transformative energy. We are women because we create and shape the reality with a specific rhythm, that no other living being can generate.

We are the treasure, and because we learned on our own skin no one else is really able to protect us, we can turn ourselves into the fearless warrior as well. We fight hard, with tenacity, once we see how much that treasure means. Don’t associate it with gold and diamonds, but with the collisions generating gold and diamonds; if you think we are too complicated, well, can you imagine how many complications these creative processes need to go through?

We are the mothers, the rebels, the managers, the doctors, the models, the girlfriends, the daughters, the soldiers, the slaves, the prostitutes… we are everywhere and everything, all of us with one important thing in common: menses. We are cyclic like the moon.

If it’s still unclear, let me explain: something inside us rises and falls in the same amount of days of the moon cycle, and with similar rhythms too… So can you understand why we are so resilient?

We are just powerful when we get together in sisterhoods, when we support each other and we laugh loud on our problems, in order to stay alive.

I hope you understood what I mean, and come back soon if you enjoyed.

With love.


 

IMG_2056

Buh!

Mi dispiace, non volevo spaventarti …

Sì, sì, sono una donna, e ho potere: non significa mica che ti mangerò in un sol boccone!

Beh, so che adesso puoi ridere di me, pensando che sono una povera ragazzina che vuole mostrare una forza immaginaria, che non è altro che un’isterica visionaria…

Sì, perché hai creduto in quella vecchia storia del termine “Hysteria”, che proverrebbe dalla parola greca per “utero” (ϋστερα): così, automaticamente, il tuo super cervello sta per fare l’ovvia associazione: questa donna è pazza!

Mi dispiace per questo, non è colpa tua.

Un sacco di gente ti ha detto, confermato, anche dimostrato che le donne siano angeli o demoni. Sto dicendo che hai creduto in una fiaba: “Una volta … il mondo è stato popolato, e continua a esserlo oggigiorno, da creature strane, quasi mitologiche: quelle “buone” sono belle, gentili e sottomesse (agli uomini, alle proprie insicurezze, ai paradigmi sociali …), quelle “cattive” sono aggressive, selvagge, disobbedienti, aperte. Non c’è via di mezzo e, bambino mio, puoi considerare una donna che mostra anche solo un cattivo sintomo come deplorevole e isterica! … ”

Quindi, bambino mio, sono qui per raccontare una storia diversa.

Le donne sono sempre state a questo mondo con un potere grande, enorme, e alcune di loro non ne sanno niente.

Vivono la loro preziosa vita secondo quella fiaba, si fanno depressi per quella fiaba, muoiono per quella fiaba. E, adesso, dobbiamo fermare tutto questo.

Tu e io, amico mio, solo, sii paziente e leggi attentamente.

La donna non è nata per conciliare, per sistemare le cose rotte, per diventare una fogna di tensioni. Non siamo le madri di nessun altro eccetto i nostri figli, e non siamo sicuramente solo pure creature angeliche. Se credi altrimenti, il ​​pazzo sei tu.

Il potere femminile …

IMG_1880

… Non è uno scherzo, non è una tirannia. È pura energia trasformativa. Siamo donne perché creiamo e modelliamo la realtà con un ritmo specifico che nessun altro essere vivente può generare.

Siamo il tesoro, e poiché abbiamo imparato sulla nostra pelle che nessun altro è veramente in grado di proteggerci, possiamo anche trasformarci nel guerriero senza paura. Combattiamo duramente, con tenacia, una volta che vediamo quanto significhi quel tesoro. Non associarlo ad oro e diamanti, ma alle collisioni che generano oro e diamanti; se pensi che siamo troppo complicate, be’, immagina quante complicazioni questi processi creativi devono attraversare?

Siamo le madri, le ribelli, le dirigenti, i medici, le modelle, le fidanzate, le figlie, le soldatessa, le schiave, le prostitute … siamo ovunque e siamo tutto, tutte noi con una cosa importante in comune: le mestruazioni. Siamo cicliche come la luna.

Se ancora non è chiaro, lasciami spiegare: qualcosa dentro di noi sorge e cade nella stessa quantità di giorni del ciclo lunare a e con simili ritmi … Quindi capisci perché siamo così resilienti?

Siamo davvero potenti quando ci uniamo nelle sorellanze, quando ci sosteniamo e ridiamo per i nostri problemi, per restare vive.

Spero che tu abbia capito che cosa intendo, e che tornerai presto se hai gradito.

Con amore.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s