La mia esperienza con il Life Alignment e donne meravigliose

donne (2)

 

Lo scorso Venerdì mi sentivo al colmo di una fase depressiva, complice anche l’assurdo meteo londinese ( nuvoloso e freddino alle porte di Agosto, ahimè!); tutto mi faceva credere che, quella sera, sarei andata a letto con il solito mattone indigeribile sullo stomaco… Finché non entrai nel vivo di un’esperienza interessante.

Il giorno prima mi ero iscritta, tramite “Meetup”, una popolare applicazione per incontri ed eventi, ad un cosiddetto Cerchio di donne, ovvero un momento di incontro al femminile in cui le partecipanti discutono su tematiche esclusivamente “rosa” e offrono supporto reciproco. Esso costituisce uno spazio sacro e protetto, in cui le donne possono guarire e crescere, immerse nella simbologia del cerchio che richiama i ritmi ed i cicli della Natura, del Cosmo e della vita.

Insomma, quel Venerdì andai a cercare un “pronto soccorso” alle mie angosce, riponendo la mia fiducia nel potere di guarigione che le donne naturalmente possiedono e che esercitano in maniera particolarmente forte se riunite in gruppo. Mi trovai così in un appartamento molto carino e curato, casa di Tania, che mi accolse calorosamente, offrendomi torta al cioccolato e fragole (mi sentivo già meglio…). Presi posto tra altre tre donne: mi accorsi subito di essere la bebè del gruppo per età anagrafica, ma realizzai che la cosa non mi pesava, ed anzi, mi sentivo fortunata a poter contare su chi aveva più esperienza di me.

Mi misi a sedere, dicevo, e cominciammo a parlare del più e del meno, giro di presentazioni incluso. Stranamente per me, che i nomi li dimentico sempre, i loro li ricordo tutti: Kasia, Kim, Catherine; tutte e tre, venni a scoprire successivamente, professioniste in Life Alignment. Non avevo mai sentito parlare di questa pratica ma avevo tutta l’intenzione di saperne di più… in parole semplici, essa consiste in un insieme di tecniche di guarigione energetica e di trasformazione che si focalizza sull’essere umano ed anche su ciò che lo circonda. Di lì a poco ne avrei visto l’applicazione.

Cominciammo con la scelta di Tania di quattro carte che avrebbero rappresentato il gruppo e le tematiche affrontate, e tra le quattro uscì quella di Iside. Una tra le donne del gruppo affermò che essa fosse legata all’amore, ed io inconsciamente, ebbi un piccolo sobbalzo.

Seguì una meditazione di gruppo, guidata dalla stessa Tania, atta ad incontrare il nostro personale Cerchio di donne sulle rive di un lago, simbolo di purificazione.

Mentre meditavo io, disobbediente quale sono, senza che mi fosse stato detto, figurai me stessa lanciarmi tutta vestita nel lago ed annegarci dentro… questo la potrebbe dire lunga su di quanta purificazione avessi bisogno.

20150619_203722 (2)

Il momento più interessante della serata venne subito dopo: Kasia venne fatta accomodare da Tania su un lettino per massaggi affinché potesse essere sottoposta ad una guarigione energetica, atta a pilotare quella del gruppo. Tania la invitò a rilassarsi, chiudendo gli occhi, e le fece tenere l’avambraccio destro su, con il polso piegato di 90 gradi. Cominciò inoltre a farle domande, spingendo il polso leggermente in avanti. Il procedimento sarebbe servito ad ottenere le risposte, affermative se il polso offriva resistenza, negative se si lasciava cadere in avanti.

La sessione indagò un episodio che era successo a Kasia prima di andare all’incontro di quella sera: una donna sul treno aveva risposto in maniera assai sgarbata alla sua richiesta di liberare il posto vicino al proprio dalla borsa, sbuffando come se avesse subito un enorme fastidio. Da lì, con il procedere di domande mirate, Tania la aiutò a scavare nei ricordi e nelle sensazioni dimenticate di molti anni prima, riallacciandosi poi al tema madre- figlia. Noi, al di là del lettino, ascoltavamo e meditavamo collettivamente.

Dopo che Kasia lasciò il lettino, con un viso molto più rilassato e gioioso, commentammo ciò che avevamo sentito e visto nella sessione e nelle nostre personali meditazioni.

Io ebbi a quel punto la fortuna di essere invitata da Tania sul lettino… e cosa posso dire?

Vidi da cosa derivava quel mattone di ansia e tristezza che non mi faceva dormire bene, e non solo, da parecchi giorni; realizzai che il problema, il blocco energetico, era in realtà legato ad un sentimento di rabbia, a sua volta legato ad una grossa paura di solitudine ed abbandono. La stessa che mi spingeva fuori nel mondo a “combattere senza avere un tesoro da difendere”. Il mio problema era che credevo di aver perso il tesoro.

Tania, con la sua voce dolcissima, mi invitò a considerare che non potevo rimanere da sola e che l’amore che andavo cercando fuori doveva partire da dentro… ad orecchio esterno sembrerà strano, ma per me questo fece “quadrare un cerchio”.

Lasciai il lettino più leggera e rilassata, e dopo una breve consultazione delle carte dovetti lasciare l’incontro. L’ora era tarda e l’indomani avrei dovuto iniziare a lavorare molto presto.

Posso concludere dicendo che questa esperienza mi ha lasciato con molta più auto consapevolezza, invitandomi a spostare il mio focus sulla cosa più importante: il rapporto con me stessa. Credo che molte, come me, lo abbiano spesso trascurato e sottovalutato, anteponendo altri rapporti ed altre esigenze. Il concetto è semplice: non puoi dare ciò che non hai, e se tu per prima non coltivi amore in te stessa non potrai mai comunicare amore al resto del mondo, su qualsiasi piano.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Ringrazio immensamente quelle donne per tutto l’amore e la conoscenza che mi hanno trasmesso.

Se ritornerò a ricevere, o perché no, a praticare il Life Alignment? Credo proprio di sì.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s